Sito lento – perché la riduzione del tempo di caricamento della pagina può aumentare drasticamente le conversioni

Sito lento

Vuoi aumentare le vendite? Fai in modo che il tuo sito sia caricato più velocemente.

La velocità del tuo sito web può davvero avere così tanto effetto sulle tue vendite?

La risposta è sì. Google e altri motori di ricerca penalizzano i siti che si caricano lentamente, ma soprattutto, lo fanno anche gli utenti. Smettono di visitare, rimbalzano e non comprano.

Perderai vendite e traffico se il tuo sito si carica lentamente.

Per fortuna, non è così difficile migliorare. Ci sono molti strumenti, suggerimenti e trucchi che si possono utilizzare per aiutare il tuo sito a caricarsi più velocemente e migliorare il traffico e il posizionamento nei motori di ricerca.

Oggi imparerai l’importanza del tempo di caricamento del tuo sito e esattamente cosa puoi fare al riguardo.

Perché il tempo di caricamento del sito è importante?

Possiamo tranquillamente affermare che preferiamo tutti un sito che si carica velocemente rispetto a uno che si carica più lentamente.

Ma quanto importa? Vediamo qualche dato per trovare una risposta.

Secondo una ricerca del 2018 di Google, il 53% degli utenti di dispositivi mobili lascia un sito che impiega più di tre secondi per caricarsi.

Questo è un problema, poiché la stessa ricerca ha rivelato che il caricamento medio di un sito per dispositivi mobili richiede 15 secondi.

Queste statistiche sottolineano la necessità di caricare rapidamente i siti per fidelizzare i clienti e avere tassi di conversione efficaci.

La maggior parte dei siti ha un tempo di caricamento di circa 8-11 secondi. Potrebbe non sembrare tanto, ma la realtà è che ogni secondo ti fa perdere visitatori e clienti.

A causa dell’importanza della velocità della pagina sull’esperienza utente, Google ha implementato un nuovo aggiornamento della velocità della pagina per il proprio algoritmo nel 2018. Ciò rende la velocità un fattore critico per tutti.

Per fortuna, non è un problema difficile da risolvere. Tutto quello che bisogna fare è capire perché il sito si carica lentamente e dove si può migliorare per accelerarlo.

Strumenti per conoscere la velocità di caricamento del tuo sito

Il primo passo per migliorare la velocità di caricamento del tuo sito è verificare qual’è la velocità attuale.

Page Speed ​​Insights

Inizieremo con l’app più importante: Page Speed ​​Insights di Google.

La bellezza dello strumento è che non solo fornisce una descrizione dettagliata della velocità di caricamento del tuo sito su desktop e dispositivi mobili, ma otterrai anche un’analisi dettagliata di come migliorarlo.

Per esempio, Google fornirà informazioni sulle strategie di base che puoi utilizzare per ridurre le dimensioni dei file, migliorare la velocità di caricamento e ridurre le chiamate al server.

Inoltre, riceverai una notifica su quali modifiche hanno priorità alta, media o bassa. Questo può aiutarti a scegliere i passaggi da eseguire per primi poiché avranno un impatto maggiore sul tuo sito in generale.

GTmetrix

Con GTmetrix puoi concentrarti su ciò che sta rallentando il caricamento del tuo sito e risolverlo. Come molti altri strumenti, GTmetrix fornisce un voto in lettera per mostrare quanto bene si carica il tuo sito.

Puoi anche impostare avvisi automatici per ricevere una notifica se il tuo sito inizia improvvisamente a caricarsi a una velocità inferiore a una certa soglia.

Analizza le performance del tuo sito su GTmetrix e, se non hai tutte A forse è il momento di risolvere qualche problemino, se non vuoi perdere altro tempo (e denaro) puoi contattarmi per rendere il tuo sito più veloce, oppure continua a leggere.

Come velocizzare il tuo sito

Il primo indicatore della velocità di un sito web è la dimensione totale del file del set di immagini, script e file necessari per eseguire correttamente il rendering della pagina.

Se riduci la quantità di informazioni necessarie per caricare correttamente un sito, questo verrà caricato più velocemente, punto.

Se il tuo sito è lento, il più grande miglioramento che puoi apportare è sicuramente la riduzione del file size. Ecco come.

Riduci le immagini

È probabile che tu stia visualizzando le immagini a una dimensione inferiore rispetto al file immagine effettivo.

In tal caso bisogna regolare le dimensioni dell’immagine e risparmiare spazio prezioso e tempo di caricamento.

Un altro modo per ridurre le dimensioni del file di un’immagine è utilizzare un formato diverso. Se attualmente hai immagini .png, puoi probabilmente convertirle in immagini .jpg compresse senza perdere molti dettagli.

Ottimizza i JavaScript e i fogli di stile CSS

Se non hai competenze specifiche, probabilmente non c’è molto che puoi fare qui.

Ma se conosci i file che compongono il tuo sito web, è una buona idea migliorarli il più possibile.

Invece di includere lo stesso codice in ogni pagina, sposta le regole CSS o gli snippet JavaScript in un file esterno.

Il più grande vantaggio di questo è che è necessario caricare il documento solo una volta per ogni visita al sito.

Quindi, invece di caricare dozzine o centinaia di righe di codice per ogni pagina, si fa riferimento allo script o al foglio di stile scaricato in precedenza.

Uso della cache

I sistemi di gestione dei contenuti come WordPress dispongono di plug-in che memorizzano nella cache l’ultima versione delle tue pagine. Lo mostrano ai tuoi utenti in modo che il browser non sia costretto a generare dinamicamente quella pagina ogni volta.

Questi plugin possono ridurre notevolmente i tempi di caricamento della pagina.

Considera una CDN (rete di distribuzione dei contenuti)

Se il tuo sito è molto popolare, ma stai ancora lottando con il tempo di caricamento delle pagine, una rete per la distribuzione di contenuti, o CDN, potrebbe essere la soluzione di cui hai bisogno.

Funziona essenzialmente distribuendo il carico del server su un numero di location e consentendo al server più vicino di fornire dati agli utenti locali. La distanza geografica aumenta la velocità di caricamento.

Conclusioni

Agli albori di Internet, tutti si aspettavano che i siti si caricassero lentamente. Era proprio così che era il World Wide Web e le persone non si aspettavano nient’altro.

Ma oggi è una storia diversa. I siti di oggi devono essere caricati più velocemente dei siti del 2009 o del 1999 e Google apprezza sempre di più i siti a caricamento rapido.

Ma il focus non è solo il posizionamento nei motori di ricerca. La velocità del tuo sito può contribuire all’aumento e alla diminuzione del tuo tasso di conversione.

Ricorda che per ogni secondo che elimini dal tempo di caricamento, aumenterai la fiducia dei clienti nel tuo sito e impianterai i semi che li incoraggeranno a parlare agli altri di te.

Cosa farai per aiutare il tuo sito a caricarsi più velocemente?

È il momento di fare qualcosa!

Se non hai il tempo o le capacità di farlo personalmente, contattami e definiremo assieme una strategia per migliorare il tuo sito!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *